Lettera ricevuta da un'amica delle Babbione


Come in un documentario avrete l'occasione di leggere una testimonianza diretta di come si comporta la babbiona nel suo habitat naturale...
Vivere con la babbiona...istruzioni di sopravvivenza

Immaginate di vivere in un laboratorio estemporaneo con misteriose scatole che vanno e vengono, seguite da brevi e criptiche telefonate che durano quanto un kolossal. Ogni tanto ti mettono sotto il naso degli oggetti misteriosi che prevedono una lode misurata, perché la babiona è sospettosa, se la lode è eccessiva non crede, se insufficiente inizi un periodo di carestia che viene la Fao a salvarti la vita. Succede che la babbiona ogni tanto sparisca, ma torna sempre e mai da sola. L’ospite staziona in salotto almeno una settimana, un oggetto magico che come ti vede ti si infila in mezzo alle gambe, le opere delle babbione hanno vita propria. Se nel mezzo del nulla urla disperata di fermare la macchina non hai ucciso nessuno, non devi immolare un set di gomme, sei solo cascato in una miniera di cosi misteriosi che ti seguiranno per tutte le vacanze. Non ti preoccupi se sparisce in ogni forma di mercatino, banchettino o magazzino da un ettaro, torna sempre. Ti procuri qualcosa da leggere, di solito i Pilastri della Terra quasi bastano e aspetti, di solito settecento pagine ma se la babbiona aspetta le ultime dodici si innervosisce. Non è un problema, invitatela a chiamarne un’altra, fai in tempo a finire il seguito. Potrebbe tornare con un sacchettino o con un container, ma non preoccupatevi, ha un occhio eccezionale, il risultato della razzia arriverà al soffitto e spalmerà a terra qualunque veicolo abbiate ma ci starà tutto. Anche voi se siete disposti a farvi tagliare a pezzi e mettere nei buchi. Le babbione sono protette dalla natura, usano ogni genere di attrezzo in modo preoccupante, spruzzano di tutto generando nubi tossiche terrificanti, usano collanti che manderebbero in aria un eroinomane. Ricordatevi che voi non siete babbione, se ci provate finite monchi e intossicati, anche per questo non dovete mai impicciarvi in quello che fanno, sono contagiose e gli sventurati colpiti dalla babbionite si sono trovati con due cosine da fare, alla Fiat ci sono volute due settimane, immaginate a loro. Quando la babbiona crea tenere le distanze, se sono due o più cambiate comune o meglio mandatele da qualcun altro, non sarà carino ma siete salvi e non in esilio. Quando non riuscite più a camminare in casa pregate che ci sia una campagna di beneficenza, vi costerà una prova muscolare che le finali olimpiche di sollevamento pesi saranno il riscaldamento ma sarete ringraziati, oltre che liberi. Non sono solo guai, ci vuole immaginazione a capirle ma quando sorridono felici per avere trovato un coso senza senso illuminano una regione, sono più solidali di una cosca mafiosa e non c’è lacrima che non sia asciugata, pena che non sia consolata, capriccio che non sia castigato. Vivono con gioia il loro impegno, sono allegre a attive, cercano di fare del bene agli altri. Anche chi vive con le babbione sono altri, e non puoi non essere fiero di vivere con una di loro, basta stare attento a non essere travolto.




ULTIME NOVITA'

Ultimo aggiornamento:
Il 20 Marzo 2016 visitate numerosi l'inaugurazione dei Mercatini di Sesto San Giovanni!